banner PON 14 20 500X85

 PROGETTI PON GIA' ATTUATI:

  • 10.8.A3-FESRPON-BA-2015-28 Ambienti Digitali: "The Shared Lab"

 PROGETTI PON IN CORSO:

  • 10.3.1A-FSEPON-BA-2017-4 Formazione degli adulti: "Cittadini del XXI secolo"
  • 10.6.6A-FSEPON-BA-2017-12 Alternanza scuola-lavoro: "Lavoro oggi"
  • 10.6.6B-FSEPON-BA-2017-14 Alternanza scuola-lavoro all'estero: "Venez découvrir la Basilicate"
  • 10.2.2A-FSEPON-BA-2017-20 Competenze di base: "Imparo giocando"
  • 10.8.1.B2-FESRPON-BA-2018-18 Laboratori Innovativi "Laboratori per le professionalità del futuro"
  • 10.8.1.B1-FESRPON-BA-2018-16 Laboratori Innovativi "Alla base del futuro"
  • 10.8.1.B2-FSC-BA-2018-31 Laboratori Innovativi 2 "Laboratori per le professionalità del futuro 2"
  • 10.8.1.B1-FSC-BA-2018-28 Laboratori Innovativi 2 "Alla base del futuro 2"

 

Telegram logoITCG Loperfido-Olivetti ha attivato il proprio canale su Telegram, per rimanere sempre aggiornato su tutte le nostre attività, ricevendo una notifica sul tuo telefonino. Seguici su Telegram"

 

Itinerari di responsabilità sociale: evento finale

ItinerariLo scorso 30 maggio i ragazzi delle classi II A Turismo, III B SIA e IV A RIM hanno realizzato l'evento finale previsto dal Progetto "Terzo settore. Itinerari di responsabilità sociale". Si è trattato di una mostra sui diritti umani per celebrare il settantesimo anniversario della Dichiarazione dei diritti umani e della Costituzione e per riportare e condividere le esperienze vissute durante gli stages presso la soc.coop. soc "Il Sicomoro" e la soc. coop."La bottega giù al nord". Nel corso della mattinata alcune classi dell'istituto sono state accompagnate da instancabili guide lungo i percorsi previsti e sono state coinvolte in una serie di attività su tematiche quali le migrazioni e tutto ciò che le provoca, la cura degli anziani, il commercio equo-solidale. Si è trattato di una visita a forte impatto emotivo, dall’omaggio alle fonti sovranazionali e alla Costituzione, tanto spesso evocata e altrettanto spesso ignorata, alla sosta davanti alla bacheca dei diritti violati, alla riflessione suggerita dalla scalinata dedicata alle donne vittime di violenza.

Al secondo piano, un lungo percorso, metafora del viaggio dei migranti, con tutto ciò che essi lasciano e tutto quello che perdono; gli ostacoli che incontrano, i muri fisici e ideali dei confini e dei pregiudizi. Sempre al secondo piano tre aule allestite con foto rigorosamente scattate dagli studenti nel corso del progetto in due delle quali sono stati proiettati video di particolare significato ed intensità. Tra i manufatti presenti nella mostra anche prodotti di sartoria del laboratorio dei ragazzi ospiti del “Sicomoro” e busti in cartapesta fissati su supporti lignei già realizzati da altri ospiti con l’aiuto del maestro Raffaele Pentasuglia e di Massimo Casiello per la mostra” la rivolta delle arance” .

Alla presentazione, che ha avuto luogo a partire dalle ore 17, erano presenti studenti, genitori, ex alunni, mediatori culturali, la giornalista Antonella Ciervo e una delegazione di ospiti del Brancaccio che hanno voluto condividere con gli studenti un momento di incontro piacevole in un’atmosfera serena e ricca di emozioni. Tutti sono stati accolti da una efficientissima Roberta Di Marzio e da Daniela Loperfido,entrambe di III BSIA.

Ha aperto i lavori, che sono poi stati condotti dalla prof.ssa D’Uggento, la prof.ssa Miserocchi, delegata del Preside. Sono intervenuti: la dott.ssa Giuditta Nicoletti, del Sicomoro, direttrice della residenza Brancaccio, Adele Paolicelli, mediatrice culturale per il sistema di accoglienza S.P.R.A.R, Giuseppe Carrieri, tutor aziendale per la soc. coop. Soc “ La bottega giù al nord”.
Si sono alternati sul palco anche alcune studentesse facenti parte dello staff organizzativo composto da: Mariangela Panico, Mastore Alessia, Nicoletti Francesca e Rubino Federica, per la IV ARIM, Isabel Morales e D’Aria Angela rispettivamente per la III BSIA e II AT, e dalla direttrice artistica Solenn Briand della cui preziosa collaborazione lo staff ha inteso avvalersi tenuto conto delle sue competenze in materia di allestimento di mostre. Hanno fornito assistenza tecnica nel corso dell’evento Angelo Iula, Antonio Stella e Ferri Nicolas di III BSIA. Un momento particolarmente intenso ha visibilmente coinvolto il pubblico quando, a commento di una serie di immagini particolarmente toccanti di bambini, uomini e donne migranti, l’ottimo Peppe Pannozzi ha offerto un pezzo al pianoforte assolutamente inedito che ha suonato, da autodidatta, in modo magistrale.

galleria fotografica